Fino a 500.000,00€ a fondo perduto settore turistico veneto.

 

Investimenti innovativi nel Settore
Ricettivo Turistico di Pianura

Fino al 30% a fondo perduto (contributo MAX 500.000 euro)
REGIONE VENETO
Domande: dal 22 gennaio 2019 al 7 maggio 2019
INTERVENTI AMMISSIBILI:
Rientrano tra gli interventi ammissibili, a puro titolo di esempio:
  • interventi di ampliamento, ristrutturazione, manutenzione, riconversione e innovazione;
  • interventi riguardanti impianti e strumenti tecnologici connessi all’attività d’impresa e finalizzati all’innovazione dei processi organizzativi e dei servizi per gli ospiti, ivi comprese le dotazioni informatiche hardware e software anche per il sito web e i sistemi di prenotazione elettronica;
  • interventi di innovazione digitale quali l’introduzione di strumenti di domotica sia nella gestione della struttura ricettiva da parte dell’impresa, sia usufruibili dal turista mediante l’utilizzo di strumenti di comunicazione in mobilità;
  • interventi di qualificazione dei requisiti di servizio, di dotazione, ivi compresa l’attività di ristorazione adeguata alla capacità ricettiva;
  • interventi di riduzione dell’impatto ambientale e/o del consumo di risorse (energia/acqua);
  • interventi finalizzati alla crescita dimensionale delle imprese, accorpamento di attività tra soggetti imprenditoriali, sviluppo di sinergie tra imprese del turismo e altre attività economiche;
  • investimenti in ottica di turismo sostenibile;
  • realizzazione di aree benessere, piscine, sala congressi, wellness, ecc. complementari;
  • interventi per migliorare l’accessibilità della struttura alle persone con disabilità.
SPESE AMMISSIBILI:
Sono ammissibili i costi di investimenti materiali e immateriali rientranti fra le seguenti tipologie:
  1. opere edili/murarie e di impiantistica,
  2. strumenti tecnologici, comprese le dotazioni informatiche hardware e software;
  3. progettazione, collaudo e direzioni lavori;
  4. attrezzature, macchinari e arredi funzionali al progetto e ai prodotti turistici ad esso connessi;
  5. spese per l’ottenimento delle certificazioni di qualità, sicurezza, ambientali o energetica;
  6. spese relative alla fidejussione nel caso di erogazione del sostegno tramite anticipo;
  7. diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale.
STRUTTURE RICETTIVE AMMISSIBILI:

Strutture ricettive alberghiere (alberghi o hotel, villaggi-albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi), strutture ricettive all’aperto (villaggi turistici, campeggi), strutture ricettive complementari (alloggi turistici, case per vacanze, unità abitative ammobiliate ad uso turistico, bed & breakfast, rifugi alpini), strutture ricettive in ambienti naturali.

PER INFORMAZIONI:

Marco

045 6401126
investimenti@gruppoformazione.it


Paola

045 6401126
investimenti@gruppoformazione.it

 

Torna all'elenco News